Gli amori femminili di Sarah Bernhardt

Sarah Bernhardt

Molto si è scritto di Sarah Bernhardt. La sua vita pubblica e privata è stata raccontata con dovizia di particolari. I nomi dei suoi molti uomini, sciorinati con allegria ed un pizzico di voyeurismo in biografie e resoconti da rotocalco, sembrano non lasciare posto alle donne della sua vita. Volti e identità che rimangono in ombra, ma che in realtà hanno avuto un ruolo importante nella vita di della grande attrice. Sicuramente Sarah Bernhardt, nota anche per una naturale e divertita inclinazione all’esagerazione ed al “colore”, fu molto più discreta quando si trattò di parlare delle sue passioni al femminile.

In ogni caso, un nome è oggi certo: quello della pittrice e scultrice Louise Abbema. Un’amicizia ad alta combustione la loro che già allora, sul finire del secolo, aveva suscitato brusii. Commenti. Battute salaci. La pittrice a ventitré anni, fu inevitabilmente travolta dal fascino rapinoso della Benhardt. Il ritratto che la Abbema fece dell’amante ce la mostrano regalmente di profilo; un profilo su cui campeggia, piccola ma significativa, la sagoma di una scintillante corona.

  • shares
  • Mail