India, trans muore spinta fuori da un treno da due ragazzi

Terribile caso di omofobia dall'India

Mahadevi aveva solo 22 anni e ha trovato la morte a causa dell'omofobia di alcuni ragazzi presenti sullo stesso treno sul quale stava viaggiando. La ragazza, transessuale, era sul convoglio diretto a Bangalore quando è stata aggredita ad alcuni giovani passeggeri che l'hanno spinta fuori dalla carrozza in movimento: è morta sul colpo. Per lei non c'è stato più nulla da fare.

I passeggeri presenti hanno fermato giovani e li hanno picchiati. Stavano cercando anche di consegnarli alla polizia, ma i giovani sono riusciti a fuggire prima dell'arrivo delle forze dell'ordine.

A rendere ancora più drammatica la vicenda è la condizione fisica della donna, paralizzata, e quindi su una sedia a rotelle. I due ragazzi che l'hanno prima insultata e poi aggredita hanno agito con vigliaccheria, sapendo di avere il meglio su una donna che non poteva difendersi alla pari. Era salita sul treno chiedendo l'elemosina ai passeggeri. Ed è andata incontro alla più folle della discriminazione e della violenza.

Giovani indiani sfidano le autorità e organizzano un convegno LGBT

Un ufficiale della polizia, inizialmente ha rivelato che è stata aperta un'indagine sull'accaduto:

"Abbiamo sentito parlare di un corpo sui binari e abbiamo registrato il caso. Stiamo cercando di accertare se Mahadevi sia caduta o sia stata spinta"

Ma i testimoni sul treno non hanno alcun dubbio e hanno raccontato quello che hanno visto ed è realmente avvenuto. L'unica speranza è che i responsabili possano essere catturati al più presto.

  • shares
  • Mail