Ebola? Colpa dei gay, naturalmente

E così diversi esponenti religiosi della Liberia hanno trovato la causa dell'ebola: i gay!

Ebola? Colpa dei gay, naturalmente

Ci risiamo. Alcuni vescovi non possono proprio fare a meno di dire stupidaggini, e di dirle grosse, poi! Il blog LiberNazione riporta di un incontro avvenuto qualche tempo fa in Liberia tra ecclesiastici di vario livello (vescovi, preti, diaconi) con ministri di altre fedi religiose che hanno parlato del virus di ebola. A loro giudizio avrebbero trovato pure i colpevoli della diffusione di ebola. Indovinate un po’ chi sarebbero? Ecco quello che hanno scritto in un pronunciamento:

Dio è arrabbiato con la Liberia e l’ebola è una piaga. I liberiani devono pregare e cercare il perdono di Dio per via della corruzione e degli atti immorali (come l’omosessualità) che continua a permeare la nostra società.

Che poi magari Dio sarà arrabbiato con la Liberia perché ci sono leader religiosi di tale calibro, secondo me.

Comunque, è un dato di fatto: ogni volta che c’è qualche disastro, epidemia o evento inspiegabile, spunta sempre un religioso (o più, come in questo caso) che dice che sono i gay all’origine di tutto questo male. La teoria che ebola sia una piaga che abbia a che fare con l’omosessualità è stata portata avanti anche dal giornalista statunitense Rick Wiles, che però l’ha proposta con un’altra sfumatura: si è augurato, cioè, che ebola uccida tutti i gay del mondo.

Se poi, voi lettori e lettrici di Queerblog, non siete persuasi della colpevolezza di noi LGBT, allora vi rimandiamo al post in cui esponevamo dieci disastri causati dai gay, secondo menti illustri (…) di questo mondo. Ora non sono più dieci, comunque: dobbiamo aggiungere ebola.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: