Adriano, il primo imperatore romano a essere ufficialmente gay

Il British museum lo definì in occasione di un'importante mostra il primo leader della Roma antica a essere ufficialmente gay. Il suo struggente amore per Antinoo, vivo come mai nel romanzo “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar, continua a sfidare l'oblio dei secoli.

Solo qualche anno fa il Bristish Museum lo celebrò con un'importante mostra ed uno dei curatori arrivò a definirlo il primo grande leader romano ad essere apertamente gay. La figura di Adriano (24 gennaio 76 d.C. - 10 luglio 138 d.C) indubbiamente giganteggia nella storia e continua, a distanza di così tanti secoli, drammi e vicende, ad affascinarci. A chiamarci a sé. Non per nulla, Marguerite Yourcenar ne fu così colpita da scrivere quello che sarebbe diventato il suo romanzo più bello e toccante, un capolavoro così assoluto da far terra bruciata attorno a sé. Del resto, il grande amore di Adriano per il giovane Antinoo ha caratteristiche inconsuete, luci così intense da ferire anche lo sguardo più spavaldo ed indifferente. Un amore ufficiale, esibito, vissuto alla luce piena del sole.

Inseparabili, i due amanti viaggiavano per le vaste province dell'Impero, presenziavano insieme alle cerimonie di stato ed alla fine della lunga, impegnativa giornata dormivano immancabilmente uno accanto all'altro. La morte improvvisa di Antinoo nelle acque del Nilo, lasciò, com'è facile immaginarsi, un vuoto incolmabile in Adriano. Un pianto interiore che non finì mai di scorrere e per lenire forse quel dolore troppo grande ed inimmaginabile costruì una intera città a suo ricordo, innalzando il giovane e sfortunato Antinoo ad un rango divino.

adriano-

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: