Tina Cipollari su Uomini e Donne, trono gay e omosessualità

L'opinionista fa un bilancio della sua esperienza nel programma tv e condanna duramente l'omofobia


Tina Cipollari
è l'opinionista fissa di Uomini e Donne ed è uno dei punti fermi del programma pomeridiano condotto da Maria De Filippi. A una settimana dall'inizio della nuova edizione, ha risposto ad alcune domande sul sito Gay.tv, toccando ovviamente argomenti legati al mondo Lgbt. A partire dall'affetto e dal sostegno del pubblico gay. E lei se lo spiega così:

"Sono una persona vera e dal carattere deciso. Una caratteristica che chi non affronta situazioni particolari non comprende. Io stimo e sono molto vicina al mondo LGBT, perché penso che il percorso di vita affrontato da questi ragazzi e ragazze, sia molto più complesso e tortuoso della maggior parte della popolazione. Per questo ho anche aderito ad un’associazione di Latina di un mio carissimo amico (Lorenzo Munari, ndr) la Sei come Sei, che combatte ogni tipo di discriminazione e bullismo sessuale."

tina-cipollari-

L'omofobia è qualcosa di sempre presente, vivo e che è difficile da combattere. Lei stessa ammette l'impegno in prima linea e la necessità urgente di abbattere i luoghi comuni e i pregiudizi:

"Sa, questo è un discorso molto delicato. Ultimamente mi rendo conto che la scuola dovrebbe indirizzare i giovani verso questa tematica e non solo. E poi bisogna essere chiari: è necessario parlare seriamente dell’omosessualità, facendo vedere che c’è amore e non solo piume colorate messe così per gioco. Rispetto e umanità sono precetti che auguro e spero entrino nel cuore di tutti. Ad ogni modo sarò, salvo imprevisti, il 10 settembre alla proiezione del film documentario 2 VOLTE GENITORI presso l’Hotel Tirreno di Latina. Un film interessante che racconta la reazione di alcuni genitori dopo il coming out dei propri figli"

Immancabile l'opinione sul tanto auspicato trono gay. Lei stessa non ne sarebbe affatto contraria, anzi:

"Non ne ho idea. Forse gli italiani non sono ancora pronti? O forse si alimenterebbero solo inutili polemiche? Gli omofobi ne approfitterebbero per farsi sentire, e mi creda io non li tollero proprio. E se magari un giorno ci sarà? Lì vi voglio. "

Infine, come cuore di mamma dimostra, se uno dei suoi figli dovesse essere omosessuale, Tina reagirebbe così:

"Chi è mamma, non fa differenze. Per me non esistono queste etichette. Esiste, casomai, solo un orientamento sessuale diverso per ognuno di noi. I miei figli crescono nella piena libertà e ognuno di loro è libero di seguire la propria natura. Io sono con loro sempre e comunque."

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: