Una vita insieme: Anna Freud e Dorothy Burlingham

Figlia di Sigmund Freud, Anna si dedicò soprattutto alla psicoanalisi infantile, aprendo scuole e legandosi per la vita all'americana Dorothy Burlingham.

La figura di Anna Freud, figlia del padre della psicoanalisi, rimane, nonostante i suoi tanti scritti di psicologia infantile, di non facile lettura. Avvolta in un 'ombra non sempre chiara e non sempre condivisibile. Ultima della numerosa covata dell 'illustre Sigmund, Anna si sentì spesso trascurata, probabilmente anche meno amata dei suoi tanti fratelli. Vi fu un incontro che tuttavia cambiò radicalmente la sua vita, aprendole orizzonti forse del tutto insperati. Parliamo naturalmente della sua profonda amicizia con l'americana Dorothy Burlingham. Un rapporto così stretto ed esclusivo (durato più di quarant'anni) da dare il via a valanghe di pettegolezzi.

Le due donne pressoché inseparabili viaggiarono insieme, insieme aprirono una scuola per l'infanzia e sempre insieme comperarono infine un cottage nella pace della verdissima campagna inglese. Fu però nella loro casa di Londra un tempo appartenuta a Sigmund Freud che Dorothy si spense alla venerandissima età di 88 anni, lasciando un'Anna affranta, totalmente incapace di dare, senza la quotidiana, calda presenza dell'amata compagna, un senso a quello che restava della sua vita. Circondata da decine di foto di Dorothy, Anna Freud si spense solo tre anni dopo.

anna-freud-dorothy-burlingham-

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail