Bacio gay ai Cesaroni 6, le vergognose reazioni omofobe dei telespettatori

Valanga di commenti omofobi dopo il bacio gay mandato in onda su Canale 5

bacio gay augusto e luigi

I Cesaroni 6 sono tornati e con loro è iniziata una polemica a dir poco squallida da parte di alcuni genitori che non sembrano né conoscere né voler conoscere l'omosessualità. Cosa giusta, secondo loro, essendo fino a prova contraria eterosessuali, ma il buon senso - come tutti sappiamo - vorrebbe che prima di giudicare una persona la si dovrebbe conoscere a fondo, soprattutto se il proprio giudizio contribuisce ad alimentare un pregiudizio (e non abbiamo certo bisogno di citarvi esempi socio-politici di una certa rilevanza: basti pensare al politico Buonanno per tutti).

Il bacio gay tra Annibale e Luigi non è piaciuto a diversi telespettatori: i commenti omofobi si son sprecati sulla pagina Facebook di Tv Sorrisi e Canzoni (immaginate soltanto se un argomento del genere fosse stato aperto in qualche fanpage di giornali tristemente noti per le loro posizioni ignoranti sulla comunità gay). Vediamone qualcuno.

Antonietta precisa:

Scusate, però: uno non è obbligato a dover adeguarsi al pensiero altrui. Se una persona non crede nell'amore gay, va comunque rispettata. Io vorrei proprio vedere quanti qui realmente davanti un bacio tra due uomini o due donne non abbiano un minimo di turbamento. Io l'avrei, lo ammetto tranquillamente, anche se poi li rispetterei come persone.

Chicco risponde così:

Dire che non esiste l'amore gay è come dire che non esiste l'amore etero o l'amore materno... L'amore è una cosa astratta e profonda e va rispettata. Nessuno può sindacare sull'esistenza dell'amore... In qualunque forma.

Lucrezia - che citeremo spesso - precisa:

Il bacio gay ha scandalizzato tutti, ma Alice che cornifica allegramente Francesco con il fratellastro Rudi, quello come insegnamento per i bambini va bene. Bah.

Ottima osservazione, che Elena condividerà senz'altro:

Mio figlio di 9 anni qualche secondo prima del bacio vedendo che erano vicini mi fa "mamma ma ora si baciano?". Non ci siamo scandalizzati perché sto insegnando a mio figlio il rispetto per tutti... a me non interessa se uno è gay o etero.

Ma usciamo da questo Paradiso e leggiamo il commento di Roberta:

Programma in fascia protetta. Il film è visto da tutti quindi non solo gay. Capisco la libertà di scelta ma l'ostentazione è esagerata. Ci sono bambini davanti alla tv e l'omosessualità non può essere normalità.

Essere gay non è una scelta


i cesaroni 6 annibale

Senza essere troppo retorici e banali, è importante che tutti noi sappiamo imporre il concetto che essere gay non significa scegliere, semplicemente perché l'omosessualità non è un comportamento ma un orientamento, e in questo concetto rientrano non poche variabili, che certo tutti voi conoscete.

Lucrezia puntualizza ancora, in risposta a un utente omofobo:

Mi vergogno io per te e per tutti quelli che ti hanno messo il mi piace. L'omofobia è la piaga più grande della società ed è da quella che dovremmo preservare i bambini, non da due persone che hanno solo gusti sessuali diversi dai tuoi. Ostentazione poi di cosa, dell'amore? Bah...

Sorvoliamo sui "gusti diversi": molto spesso capita anche ai più gay friendly di sbagliare, e non di poco.

Cosa spiegare ai bambini?


cesaroni 6 annibale gay

Luigina ci lascia con una sua perla di saggezza:

Va beh, però è guardato anche dai bambini, difficile spiegarglielo mah...

A Luigina chiediamo di spiegare le liti infinite a Uomini e Donne, le urla del Grande Fratello; lato A e lato B a tutte le ore su tutte le reti; gli infiniti amori di Brooke Logan e così via: riuscirebbe a spiegarlo ai bambini? Certamente no, e sono cose di gran lunga peggiori rispetto a un semplice bacio gay.

Stessa risposta daremmo al seguente pensiero di Donatella, linkandovi pure un recente intervento di Vladimir Luxuria contro Fratelli d'Italia:

Poi viene seguito da tutti specialmente dai bambini... questa scena rovina la loro idea della vera famiglia formata da mamma e papà... o l'unione vera fra uomo e donna.

Come dire: è Renzi che deve fare qualcosa o è l'Italia intera, questa itaGlietta bigotta e retrograda e insensibile e chi più ne ha più ne metta, che deve cambiare?

Via | Pagina Facebook di TV Sorrisi e Canzoni

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: