Addio a Joan Rivers, per molti un’icona gay

A 81 anni è deceduta l'attrice comica Joan Rivers. Lo scorso luglio aveva celebrato le nozze di due suoi fan gay

Ci sono persone che lasciano il segno, con la loro personalità forte e unica, per la loro voce, per il modo di dire le cose, per come si presentano… Così era Joan Rivers, morta oggi a ottantuno anni. L’attrice comica americana era in coma per via di un infarto avuto una settimana fa durante un’operazione chirurgia in una clinica di New York. La notizia della morte di Joan Rivers è stata data dalla figlia Melissa, con un comunicato:

Con grande tristezza annuncio la morte di mia madre. È morta serenamente alle 13.17, circondata dalla famiglia e dagli amici […] La più grande gioia di mia madre nella vita era quella di far ridere le persone. Sebbene sia difficile farlo ora, so che vorrebbe che tutti noi tornassimo a ridere molto presto.

Considerata da molti un’icona gay, lo scorso luglio Joan Rivers a New York aveva celebrato il matrimonio di due suoi fan gay (foto a seguire). Sempre a luglio l’attrice comica era stata al centro di una controversia perché aveva affermato che non solo Barack Obama è gay, ma anche che la First Lady Michelle sia una transgender, cosa che, a detta dell’attrice, sarebbe nota a tutti.

Joan Rivers celebra le nozze di due sue fan gay

Nel 2013 aveva dichiarato di aver baciato una donna, forse spinta dalla curiosità. Affermò in quell’occasione:

È stato un momento. Lei mi piace molto. È come la canzone di Katy Perry “I Kissed A Girl”. Non so se mi è piaciuto o no. Ma stamattina mi sono svegliata con una voglia incredibile di giocare a golf.

In passato, quando l’epidemia di AIDS/HIV era ai suoi massimi storici, l’attrice comica visitava spesso i gay sieropositivi e spesso si industriava per far recapitare loro dei ragali a Natale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail