Anton Hysén parla dell'omosessualità nel calcio in un servizio per la BBC3

Fino a non molto tempo fa, l'unico calciatore professionista gay dichiarato era Justin Fashnau, inglese, che, per via della pressione sociale, finì per uccidersi. Era il 2 maggio 1998 e Justin aveva 37 anni. Anni dopo sua nipote ha realizzato un reportage per la BBC3 sull'omosessualità nel calcio.

In Britain’s Gay Footballers c'è, ovviamente, Anton Hysén, l'unico calciatore – per il momento – ad aver fatto coming out. Anton, come ha sempre fatto, parla con naturalezza della sua omosessualità fuori del campo di gioco e di come si è sentito sostenuto dalla famiglia, dagli amici e dai compagni di squadra.

Il calcio, come molti altri sport e professioni, sembra il luogo meno indicato per fare coming out. Quali possono essere, secondo voi, i motivi? Maschilismo? Omofobia? Mancanza di valori? Timore di perdere il lavoro?

Via | Ambiente G

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: