La lettera d'amore "galeotta" di Oscar Wilde ad Alfred Douglas

La lettera d'amore che il celebre scrittore aveva scritto a Alfred Douglas finì prima nelle mani di un avido ricattatore poi in quelle del Pubblico Ministero che riuscì a far condannare Oscar Wilde a due anni di lavori forzati.

Molto è stato detto e scritto della tempestosa storia d'amore tra Oscar Wilde (1854 - 1900) ed il giovane aristocratico Alfred Douglas. Il processo dello scrittore ed il suo successivo imprigionamento per omosessualità crearono uno scandalo di tale proporzioni da modificare comportamenti ed atteggiamenti nella società inglese del periodo.

Oggi vorremmo però puntare la nostra piccola lente di ingrandimento su una lettera d'amore che Wilde scrisse all' amato nei giorni d'oro della loro tormentata storia d'amore. Una missiva che purtroppo finì nelle mani avide di un protettore (o ruffiano che dir si voglia) e contribuì, una volta presentata come prova, a far condannare definitivamente l'artista. Del resto fu proprio a questo punto che il “grande accusato” prese la parola e arringò meravigliosamente la giuria.

Oscar And Bosey

Una lunga commossa difesa del sentimento omosessuale. Una carrellata di nomi ed opere, da Michelangelo a Shakespeare che strapparono un fragoroso applauso tra i presenti. Tuttavia il successo dell'arringa non salvò certo Oscar Wilde che, come ben sapete, venne condannato a due anni di lavori forzati. Una sentenza cieca che segnò in pratica la fine della vita del celebre scrittore che morì infatti poco dopo la liberazione.

  • shares
  • Mail