Uccisa una transessuale a Pescara

Emanuela Di Cesare, una transessuale trentasettenne, è stata trovata morta a Pescara. Probabilmente si tratta di un omicidio: la donna era nuda, riversa sul divano, nella sua abitazione e aveva la testa fracassata da un'arma ancora ignota. Questi i dati disponibili, in attesa di un'autopsia. La polizia parla di "omicidio d'impeto" e suppone che la vittima conoscesse l'assassino.

Le prove trovate nell'appartamento lasciano pensare che la trans si prostituisse: nell'appartamento gli inquirenti hanno infatti rinvenuto un'agenda con appuntamenti e tariffe di prestazioni sessuali. L'Ansa inoltre ci informa che:

La testa era fracassata e sul viso è stato trovato un cuscino. Prima di morire la vittima aveva preparato un caffé per due persone ed aveva avuto un rapporto sessuale. E' stato trovato il gas aperto. Dall'abitazione mancano due o tre telefoni cellulari, un computer portatile del quale si è trovata solo la custodia e, probabilmente, dei soldi. L'appartamento è situato al primo piano di uno stabile di cinque. Il corpo è stato trovato nel corso di un intervento dei vigili del fuoco, chiamati dai vicini che avevano avvertito un forte odore di gas.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: