Sean Parker, primo presidente Facebook, finanzia senatori anti-gay in vista delle elezioni USA

Il primo presidente Facebook finanzia i senatori anti-gay che si candideranno alle prossime elezioni USA

sean parker

Se non siete appassionati di tecnologia, forse non conoscerete Sean Parker, visto che ormai Facebook è associato soprattutto a Mark Zuckerberg e al suo team: dovete sapere, però, che il nome citato appartiene a un multi-miliardario che ha creato Napster, noto programma di file-sharing, e che è stato il primo presidente di Facebook. Non abbiamo sbagliato blog, ovviamente, e i nostri colleghi di Downloadblog ci perdoneranno senz'altro: presentarvi questo personaggio ci serve per farvi capire che non parliamo di un comune cittadino del mondo.

Né comune né gay-friendly, anzi decisamente omofobo: la stampa internazionale, infatti, sostiene che il presidente sta donando milioni e milioni di dollari a diversi candidati repubblicani anti-gay affinché si presentino alle elezioni USA del 2016 con programmi ben chiari rispetto al mondo LGBT. Un vero incubo per la società gay, insomma, e un vero disonore per quest'uomo: tra i candidati - si dice - vi sono pure coloro che sostentono il Family Research Council e il suo progetto di criminalizzazione dell'omosessualità. Assurdo.

Tra i senatori che intendono candidarsi spicca Rand Paul, per esempio: l'uomo aveva dichiarato che la legalizzazione dei matrimoni gay avrebbe portato l'uomo a diventare una bestia (poi ha ritrattato tutto, certo, ma, fosse stata davvero una battuta, resta comunque una battuta di cattivissimo gusto); e non è finita qui: figura pure Thad Cochran, che ha votato contro il matrimonio gay e che sostiene che i gay possano essere licenziati per il solo orientamento sessuale. La lista è lunga e pare che Sean Parker sia intenzionato a finanziare solo certi programmi: non ci resta che sperare che ancora una volta i repubblicani facciano una brutta fine.

Via | Pink.co.uk

  • shares
  • Mail