Bobi Wine, cantante escluso da alcuni locali inglesi per il brano che invita a "bruciare i gay"

Il rapper non è un artista gradito nei teatri del Regno Unito: giusta esclusione a causa dei tuoi testi omofobi

Due teatri inglesi - il Troxy Theatre a Londra e il Drum Theatre a Birmingham- hanno negato a Bobi Wine la possibilità di esibirsi presso i loro locali. Il nome del rapper originario dell'Uganda è sconosciuto da noi e dalla maggior parte dei Paesi e nella sua ultima canzone, Burn The Gays, invita apertamente gli ugandesi ad intervenire e aiutare a 'bruciare tutti i gay' e ha accusato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama di fari viaggi in Africa con la sua famiglia solo per promuovere l'omosessualità.

Charles Drum, a capo dell'omonimo teatro, ha spiegato il motivo di questo divieto:

Purtroppo, e non cerchiamo alcuna giustificazione per questa cosa, la musica di Bobi Wine e le sue opinioni sono ben note e viste in Uganda ma non nel Regno Unito. Pertanto, il livello di controllo che si applica alla programmazione generale deve essere ora applicata al noleggio commerciale e le regole saranno attuate sempre per garantire che questa spiacevole situazione non si ripresenti.

wine

Nel suo paese d'origine, Wine è una sorta di celebrità. Il musicista ha un reality show televisivo, una serie simile a Al passo con i Kardashian , nel quale le telecamere seguono le sue attività personali e professionali. Addirittura, al musicista, nello scorso anno, è stato chiesto di lavorare con un'iniziativa a favore dei cittadini per promuovere l'educazione, con il di come ambasciatore della genitorialità.

Via | GayStarNews

  • shares
  • Mail