Amori censurati: Lord Byron e John Edleston

Il grande amore di Lord Byron per John Edleston celebrato in tanti struggenti poemi fu oggetto di censura ed il giovane si trasformò così in una figura femminile chiamata Thyrza.

La scure della censura ha attraversato i secoli, tagliando e nascondendo implacabilmente i sentimenti di scrittori e poeti, grandi e piccoli che fossero. Nulla sfuggiva all'occhio vigile ed intransigente del censore che, nel nome del decoro, sforbiciava a destra e manca, cancellando interi passaggi dai diari, bruciando, certo naturalmente di essere sempre nel giusto, decine di lettere personali, dove la verità affiorava troppo nuda e cruda per essere accettata ed accolta dai ben pensanti. L'amore di Lord Byron (1788-1824) per John Edleston, nato quando entrambi erano ad Oxford rientra di diritto in questa categoria presa d'assalto dalle cesoie dei furiosi censori.

by

Diversi suoi celebri e celebrati poemi sono dedicati a questo grande amore giovanile che il poeta stesso, per sfuggire al biasimo della società, trasformò poi in un nome femminile come Thyrza. Dai suoi diari sparirono così anche interi passaggi in cui si parlava di omosessualità. Nulla doveva trapelare o giungere ai posteri. Ci pensò  Edward Noel Long, grande amico del poeta, ad apportare al momento opportuno i giusti (ed implacabili) tagli.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail