Fuori dai tradizionali media: la scelta

Tutto sarebbe decisamente più semplice se dall’infanzia gli adulti, o quelli che si spacciano per tali, fornissero alle nuove generazioni un assioma: molte delle persone che incontrerete sul quel percorso, chiamato vita, ragionano utilizzando un sistema binario. Una cosa esclude l’altra. Nessuno è pronto ad impegnarsi per sempre. Tutti a garantire che nessuno possa ritornare sui propri passi. Perché?

Perché un* deve far presente al prossimo che la sua vita sarà a carattere esclusivamente omo o eterosessuale? E se un* decidesse, o meglio si trovasse, a vivere più fasi nella propria, sempre più lunga, vita terrena? È così sbagliato vivere più vite, una di seguito all’altra? Meglio viverle in parallelo lesinando sulle emozioni?

La Domanda_Divorziata con due figli di 7 e 14 anni convivo da 2 anni con la mia compagna con la quale ho anche acquistato una piccola attività commerciale, vorrei vivere serenamente questo rapporto e la mia vita in generale che fino a qualche anno fa era soltanto piena di dolore ma il mio ex estremamente vendicativo mi perseguita con continue minacce per i figli, si intromette nella mia vita privata e ultimamente anche sul lato finanziario. Sono veramente stanca vorrei capire se legalmente posso agire per pretendere di essere lasciata in pace o se devo continuare a subire i suoi ricatti solo perchè amo una donna e lui pensa che ho rovinato la vita dei miei figli.

La Risposta della Gay Help Line_La regolamentazione dei vostri rapporti personali e patrimoniali e quelli relativi ai figli sicuramente risulta dalla sentenza di divorzio.
Quanto alle paventate minacce e/o molestie potrà sporgere formale denuncia querela nei confronti del suo ex coniuge nel termine di 90 giorni dal fatto, indicando nella querela analiticamente gli specifici episodi ed eventuali testimoni.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: