Ricordando Marcel Proust nel giorno della nascita

Marcel Proust nasceva a Parigi il 10 luglio 1871. Una data da segnare a caratteri cubitali su ogni calendario letterario.

Annoverato tra i più grandi scrittori di tutto il Novecento, Marcel Proust (1871 – 1922) ci ha lasciato in eredità una delle opere più complesse e sublimi della storia della letteratura. "Alla ricerca del tempo perduto" continua infatti ad irretire e sedurre le generazioni. Lanterna magica che proietta sulla pagina le luci intermittenti del cuore. Viaggio della memoria ed evocazione di un mondo scomparso che sfolgora nella figura di Oriane de Guermantes dalla splendida ed aristocratica testa d'uccello, che indugia tra le pieghe del sentimento di un'umanità in forte chiaroscuro, che svela via via pregi e virtù di uomini e donne finiti immancabilmente nella rete a fitte maglie dello scrittore a cui nulla sfuggiva.

Marcel Proust

Una passione quella della scrittura che diventerà in Proust una vera ossessione. Disteso a letto, ad un passo solo dalla fine, la sua mano (o la sua voce quando troppo debole non fu più in grado di scrivere) non poteva fermarsi in alcun modo, parole magnifiche e per certi versi terribili che sfidavano la morte in una corsa disperata contro il tempo. Chiuso in quell'elegante stanza ricoperta di sughero per attutire i rumori provenienti dall'esterno, Marcel Proust scriveva ed evocava, puntando fino alla fine un riflettore potente come nessun altro sui tanti segreti del nostro cuore.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail