Putin si rifiuta di incontrare Elton John per discutere dei diritti gay?

Poco sorprendente la scelta del Presidente russo

Elton John lo aveva dichiarato pubblicamente: andare a Mosca per un concerto con lo scopo anche di poter incontrare Vladimir Putin e parlare con lui di diritti gay. Le sue parole esatte furono:

Vedrò Putin e parlare con lui. Non so però a quanto potrà servire. Dovrei andare a Mosca nel mese di dicembre. Devo andare. E ho avuto modo di pensare a quello che sto per dire con molta attenzione. Ci sono due vie di pensiero: non andare tutti e impedire che tutti gli artisti si rechino in Russia? Ma allora stai davvero lasciando gli uomini e le donne gay da soli nella sofferenza delle leggi anti-gay, in una situazione isolata. Come uomo gay, non posso lasciare queste persone da sole senza andare là e sostenerli. Non so cosa succederà, ma devo andare.

Âëàäèìèð Ïóòèí ñòàë êàâàëåðîì "Ñàêñîíñêîãî îðäåíà áëàãîäàðíîñòè"

Eppure, a quanto pare, l'incontro non s'ha da fare. Dmitry Peskov, portavoce per la stampa di Putin, ha dichiarato che sarà decisamente improbabile un ritrovo tra i due. Con assoluta certezza, rivela:

Non abbiamo avuto una richiesta per un incontro con lui. Quindi nessun incontro sta per accadere. A questo punto, non abbiamo più niente da dire.

Invito non ancora attuato o comunque fermamente rispedito al mittente. E pensare che Putin- in evidente assurdità e incoerenza- aveva dichiarato, pochi giorni fa, che in Russia la situazione Lgbt per i gay non è mica così come la dipingono:

Vorrei sottolineare che, nonostante certi stereotipi che esistono sulla Russia, comprese le cosiddette questioni delle minoranze sessuali, in larga misura si tratta di una idea immaginaria. Vorrei ricordare che, a differenza di altri stati, la Russia non ha procedimenti penali per l'omosessualità e di altri tipi non convenzionale comportamento sessuale. Non abbiamo le sanzioni penali nei confronti di questo, mentre in altri paesi, tra cui alcuni molto grandi che si considerano Stati democratici, il commettere tale reato è sancito dalla legge. Proprio come la pena di morte, che, a differenza di molti altri paesi, la Russia non ha e non si applica. Tuttavia, siamo d'accordo che dobbiamo pensare al futuro e migliorare la nostra legislazione... ci torneremo sicuramente su questi temi.

Capito? Ora si chiamano "stereotipi".

Via | GayStarNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: