Gasparri: "Berlusconi mi ha detto di essere assolutamente contrario a matrimoni e adozioni gay"

Maurizio Gasparri smentisce così l'apertura di Silvio Berlusconi agli omosessuali

berlusconi e gasparri

Silvio Berlusconi ha aperto ai gay: nessuno gli crede, noi neanche, ma questo ha poca importanza, visto che ci sarà sempre qualcuno disposoto a credergli e a gridare alla vittoria per essere riuscito a convincere pure il leader del Centrodestra. Niente di tutto questo sarebbe ovviamente apprezzabile, poiché sappiamo tutti che una delle caratteristiche del leader di Forza Italia - e di non pochi politici, a dire il vero - è quello di dire tutto e il contrario di tutto anche su questioni etiche fondamentali.

Oggi, in effetti, è arrivata la smentita delle parole di Berlusconi direttamente da Maurizio Gasparri, che ha detto di aver parlato con l'ex Premier e ha sottolineato che non ci sarà alcuna apertura neanche ai matrimoni gay:

"Per quanto mi riguarda - queste, le sue parole - mi sento ampiamente rassicurato da quanto mi ha detto Berlusconi, affermando di essere assolutamente contrario a matrimoni o ad adozioni gay [...], confermo a tutti coloro che esitano a manifestare in pubblico il loro pensiero privato che Berlusconi è contrario a matrimoni e adozioni gay".

E non è finita qui:

"Una coppia gay con diritto all'adozione rischierebbe di alimentare il turpe commercio degli uteri in affitto, la forma più abietta di materialismo e di sottomissione del corpo delle donne usate a pagamento per fare figli da immolare all'egoismo altrui. Per quanto riguarda la discussione sui diritti, siamo ovviamente tutti attenti, anche se spesso non si riesce a comprendere esattamente di cosa si parli, essendo ampiamente riconosciuti, nella corretta applicazione del diritto civile, ampi diritti per ciascuno, a prescindere dagli orientamenti sessuali".

Omosessuali e diritti previdenziali


Insomma, secondo Gasparri, è difficile capire di quali diritti si stia parlando, dato che sono già parecchi quelli riconosciuti dalla diritto civile a tutti i cittadini, a prescindere dall'orientamento sessuale: inutile dirvi che è solo un modo come un altro per mistificare la realtà. Abbiamo per caso diritti di natura previdenziale? Certo che no, ed è lo stesso Gasparri ad ammetterlo e a siegare perché:

"Quanto agli aspetti previdenziali suggerirei di informarsi presso esperti autorevoli come Giuliano Cazzola, uomo proveniente dalle file della sinistra sindacale, che ha spiegato i guasti che potrebbero essere causati da un uso strumentale dei matrimoni gay sulle pensioni di reversibilità [i guasti dipenderebbero dall'impossibilità di capire se i due uomini e le due donne in questione siano davvero gay o lesbiche ndr]".

Scandalo ONU: il nuovo presidente è un omofobo

Insomma, le solite dichiarazioni da Centrodestra, che francamente risultano ormai noiose e non sono degne di altri commenti. Altro che apertura di Berlusconi agli omosessuali.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: