Istanbul Pride 2014, decine di migliaia di persone in piazza (Foto)

In migliaia sono scesi in strada a Istanbul in difesa dei diritti degli omosessuali e contro il premier turco Erdogan.

Oggi, 29 giugno 2014, l’orgoglio gay si è celebrato anche a Istanbul, che per un giorno ha potuto dimenticare gli scontri e le manifestazioni degli ultimi mesi e scendere in piazza in difesa dei diritti degli omosessuali e contro il premier Erdogan, conservatore islamico e nettamente contrario a un qualsiasi riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso.

La partecipazione dei cittadini turchi è stata eccezionale: decine di migliaia di persone hanno invaso viale Istiklal, la strada più famosa della città, e per due ore hanno sfilato sventolando bandiere arcobaleno ed esibendo striscioni e cartelli contro Erdogan e a favore dei diritti delle coppie omosessuali.

Il tutto si è svolto senza problemi di alcun genere, sotto la stretta sorveglianza della polizia. Ayut Yanak, uno dei partecipanti alla manifestazione, ha dichiarato:

In questo Paese tutte le differenze sono difficili da mostrare e da far accettare.


L’adesione di oggi segna un passo importante per il Paese, che sul fronte dei diritti degli omosessuali ha ancora molti passi in avanti da fare, complice anche la presenza massiccia della religione musulmana che poco d’accordo va con l’universo LGBT. L’omosessualità in Turchia, contrariamente a quanto avviene in altri Paesi musulmani, non è considerata un reato, ma l’opinione pubblica ha ancora qualche problema e le aggressioni a sfondo omofobo e l’omofobia più in generale sono ancora frequenti.

C’è ancora chi, nelle alte sfere governative, considera ancora l’omosessualità come una malattia da curare - ci sono politici che lo pensano anche in Italia, la cosa non ci sorprende affatto - ma la società sta facendo passi da gigante e lo dimostra la recente condanna di una donna giudicata colpevole di aver aggredito la giornalista transessuale Michelle Demishevich, in quella che è stato chiaramente un episodio di omofobia. La stessa Michelle, oggi, ha dichiarato:

Dobbiamo batterci e stabilire la tolleranza nella nostra
società contro il modo di vita e le regole che ci vengono
imposte.

Pride Istanbul 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail