Demi Lovato: "Mio nonno era un pioniere, ha fatto coming out negli anni '60"

La cantante ha rivelato un aspetto sconosciuto della sua famiglia ai fan e ai media

Demi Lovato non ha mai nascosto il proprio sostegno alla causa Lgbt. Anzi, è spesso, giustamente, stata in prima linea per esprimere la necessità dei pari diritti a tutti gli individui, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. E, in una recente intervista sul canale tv Logo, la cantante ha voluto confidare al mondo e a chi la seguiva, la grande stima che ha per un membro in particolare della sua famiglia. Soprattutto per il grande coraggio avuto, in tempi storici decisamente diversi da quelli in cui viviamo ora:

Demi Lovato

"Non ne ho mai parlato con nessuno, ma, sapete, anche mio nonno era un pioniere. Ha avuto così tanto coraggio da fare coming out negli anni '60. Sento come se molto del mio spirito provenga da lui. Morì pochi anni dopo: magari avesse potuto vedere tutto il progresso che è stato fatto negli ultimi anni"

Una bella storia di stima, di un segreto che ha voluto condividere con tutti come segno di esempio da seguire e di cui prova enorme stima e rispetto.

In passato, a sostegno del mondo omosessuale, Demi aveva registrato un videomessaggio per i giovani cileni vittime di omofobia con un messaggio di sostegno e supporto, per non arrendersi mai. Perchè... "It gets better"

Non ne ho mai parlato con nessuno, ma, sapete, anche mio nonno era un pioniere. Ha avuto così tanto coraggio da fare coming out negli anni '60. Sento come se molto del mio spirito provenga da lui. Morì pochi anni dopo: magari avesse potuto vedere tutto il progresso che è stato fatto negli ultimi anni.

  • shares
  • Mail