Londra, coppia gay aggredita in strada a calci e pugni

Il racconto direttamente fatto dai protagonisti involontari di questa storia

A Whitechapel, a est di Londra, Walter Adrian, 23 anni, è stato vittima insieme al compagno, di un'aggressione di stampo omofobo. I due sono stati aggrediti davanti alla banca Barclays di Whitechapel Road dopo aver lasciato una festa di amici poco prima di mezzanotte di venerdì 13 giugno 2014. Uscendo dalla banca, come riporta il London Evening Standard, la coppia si è trovata davanti un gruppo di sette ragazzi che li hanno circondati.

"Non ci stavamo nemmeno tenendo per mano o baciandoci o altro, ma tutti i commenti erano basati sul fatto che noi eravamo gay. Uno di loro ci ha detto 'fro*i del cazzo' e quindi abbiamo voluto provare ad andarcene e il mio compagno ha cercato di passare allontanando uno di loro, ma poi ci hanno colpito"

A quel punto è scattata la violenza pura:

"Ci hanno colpiti con un pugno e poi c'erano sei o sette di loro che si sono spinti contro di noi mentre eravamo spalle al muro. Dicevano: 'Questa è la nostra strada, questa è la nostra area, fuori di qui', proprio perché pensavano che fossimo gay. Succede spesso intorno a questa zona dell'East London. Non abbiamo nemmeno agito in modo gay e questo è ciò che è sconvolgente. Se qualcuno sia gay o meno non si può sentire al sicuro. Hai paura di essere aggredito e di uscire fuori"

omofobia

Il ragazzo è stato poi lasciato privo di sensi a terra, con lividi alla tempia e sullo stomaco. Il suo compagno ha avuto lesioni alla mandibola.

"Abbiamo solo paura che possa accadere di nuovo e non dovrebbe semplicemente essere così. È possibile incappare in queste pattuglie che ti fanno sentire come se stessi sconfinando nella loro area. Penso che sia uno scontro come se le persone stessero iniziando a muoversi in aree multiculturali"

Via | PinkNews

  • shares
  • Mail