Eoin O'Duffy, il Mussolini irlandese

Generale irlandese dalle forti simpatie fasciste, Eoin O'Duffy creò, tra le altre cose, le Camicie azzurre, un'organizzazione politica paramilitare ispirata alle camicie nere di Benito Mussolini.

La figura di Eoin O’Duffy  (1892-1944) è una di quelle che non possono non suscitare polemiche. Le sue forti simpatie per il Fascismo, i suoi sforzi bellici per aiutare prima il generalissimo Franco durante la Guerra Civile spagnola, poi Hitler impegnato sul fronte russo nel corso della Seconda Guerra Mondiale hanno fatto scorrere fiumi di inchiostro e non solo in Irlanda sua patria, ma anche nel resto del mondo.

Con alle spalle una giovinezza turbolenta (fu membro dell'Ira), un grado di generale raggiunto quando aveva solo 30 anni (un vero primato) ed un' indole a dir poco impavida (le sue azioni erano immediate e temerarie), Eoin O’Duffy  si distinse sulla scena europea proprio per le sue prese di posizioni drastiche ed assolute. Ammiratore di Benito Mussolini ed Adolf Hitler creò in Irlanda, sulla falsa riga di quelle marroni dei nazisti e di quelle nere dei fascisti, le celebri Camicie azzurre; un'organizzazione politica paramilitare che fu poi dichiarata fuori legge.

Eoin - O'Duffy

Tuttavia la sua vita nascondeva, almeno secondo un documentario televisivo del 2006, anche un altra grande passione: quella per l'attore Micheál MacLiammoir. Un amore vissuto clandestinamente proprio negli intensissimi anni '30, un decennio di forti fervori politici (e a questo punto anche sentimentali) che sarebbe poi culminato tragicamente nello scoppio della seconda guerra mondiale.

  • shares
  • Mail