Luca Volontè (Udc) tragicomico: motivi assurdi per contrastare matrimoni e adozioni gay

Delirio tragicomico di Luca Volontè sui matrimoni e le adozioni gay

luca volontè

Tutti noi conosciamo Luca Volontè e le sue posizioni decisamente anti-gay: d'altra parte, è esponente di un partito che non ha mai voluto riconoscere diritti e dovere alle coppie omosessuali, l'Udc, e certe dichiarazioni bisognava aspettarsele. Al peggio, però, non c'è mai fine e oggi - come segnala Gayburg - il nostro ha raggiunto l'apice del non-sense.

Tutto parte da un articolo che ha firmato per il sito Le Formiche, dove, elencando e descrivendo quattro punti, ha preso non solo posizione contro matrimoni e adozioni gay ma anche cercato di sfatare altrettanti miti: continuate a leggere perché ne sentirete delle belle.

Secondo Volonté, non bisogna credere che tutte le persone contrarie ai matrimoni e alle adozioni gay siano religiose, eterosessuali e conservatrici, perché anche un ateo potrebbe opporvisi; noi non possiamo che rispondergl citando le posizioni di tanti atei che potrebbero opporsi ai matrimoni etero e anche quelle di molti eterosessuali contrari (per non parlare dei cattolici non sposati e non intenzionati a farlo per proprie ideologie): come la mettiamo adesso? A questo punto, il matrimonio eterosessuale andrebbe annullato e contrastato, no?

Tragica aggressione di otto ragazzi ai danni di un giovane gay

Secondo punto: per Luca Volontè, non tutti gli omosessuali vogliono gli stessi diritti degli etero - e questo lo dimostrano

numerosi omosessuali francesi [che] si sono uniti agli attivisti pro-famiglia per opporsi alla legalizzazione del matrimonio e dell'adozione di figli da parte di coppie omosessuali.

Anche gli homovox tirati in ballo

Si parla degli homovox, vale a dire gay che non vogliono saperne di avere gli stessi diritti degli etero. Ma chi se ne importa, scusate! A parte il fatto che sono una minoranza decisamente ridicola, consentitecelo, un principio non si può certo discutere in base a chi è o non è d'accordo: se io cittadino pago le tasse e sempre io cittadino ho una storia con un altro e contribuisco al mantenimento del paese, tu, stato, devi concedermi gli stessi diritti che concedi a tutti. C'è poco da parlare e straparlare.

Gay intolleranti (ma giustamente)

Terzo punto: Luca Volontè sostiene che molti gay non siano affatto tolleranti nei confronti di coloro che non vogliono il matrimonio omosessuale. E fa bene a scriverlo, perché, sì: anche io non sono affatto tollerante nei confronti di chi non vuole il matrimonio gay: non parliamo di adozioni, che forse è un argomento più delicato, ma di matrimonio e di diritti che da esso derivano. Basta nascondersi dietro a un dito e dire che, pur rispettando gli omosessuali, non si vuole concedere loro la possibilità di sposarsi: è ipocrisia allo stato puro.

Ecco uno spot televisivo pro-gay che ti sorprenderà

I bimbi con genitori gay hanno problemi?

Ultimo punto (per fortuna!):

"Crescere con genitori dello stesso sesso non comporta alcun problema rispetto a crescere con un padre e una madre".

Su questo sono stati portati avanti degli studi dall'APA 'American Psychological Association', che ha dimostrato come i figli di coppie gay non vivano alcun tipo di problematica (se non quella - aggiungiamo noi - di doversi confrontare con una società omofoba e bigotta, alla cui formazione non solo i conservatori italiani hanno contribuito e contribuiscono); insomma, il nostro si arroga persino il diritto di consigliare quale associazione e quali personaggi seguire. Ma, d'altra parte, dopo i primi tre punti, avevate davvero pensato che non avremmo concluso in bellezza?

  • shares
  • Mail