Omofobia, tre omosessuali aggrediti con l'acido senza motivo: si cercano gli aggressori a Londra

Grave episodio omofobo a Londra, dove tre omosessuali sono stati aggrediti con dell'acido da alcuni sconosciuti

Ci indigna ma non ci sorprende più, purtroppo, quanto accade tutti i giorni nel mondo per via dell'omofobia dilagante, anche in paesi che, fortunatamente, sono istituzionalmente più avanti rispetto al nostro: il fatto è recente - risale a domenica mattina - e ha come protagonista tre ragazzi londinesi, i quali hanno subìto gravi lesioni al volto, a causa di una banda che li ha aggrediti con dell'acido fatto passare per acqua. Agghiacciante.

A raccontare cosa è accaduto è stato uno dei ragazzi coinvolti nella vicenda: ha voluto rimanere anonimo e ha spiegato che assieme ad altri due uomini si trovava fuori dal LightBox di Vauxhall, dove qualcuno ha iniziato a lanciare una soluzione concentrata di ammoniaca; questo qualcuno, purtroppo, non ha ancora un nome e al momento potrebbe trovarsi ovunque, visto che le indagini proseguono senza sosta ma con risultati pari a zero.

Ecco l'ultima trovata di Checco Zalone contro l'omofobia!

La testimonianza della vittima


omofobia

La polizia è riuscita a raccogliere delle informazioni grazie alle telecamere a circuito chiuso che hanno ripreso la scena: sarebbero coinvolti un uomo con la barba e due donne più giovani; stando al racconto del ventitreenne, gli omofobi li avrebbero prima avvicinati con una scusa e poi avrebbero iniziato prima a insultarli, fino a spruzzare contro di loro un liquido contenuto in quella che sembrava una bottiglia d'acqua.

"Il mio viso bruciava talmente tanto - ha raccontato il 23enne -, che ho pensato si trattasse di acido. Ho creduto che non avrei più visto e che il mio viso si stesse sciogliendo".

Le indagini continuano, mentre questi tre ragazzi vittime di omofobia chiedono giustizia: quando potremo non parlare più di questi orrendi fatti di cronaca?

Un vescovo cattolico chiede lo sterminio dei gay!

  • shares
  • Mail