Cipro ha celebrato il suo primo gay pride

Successo per il primo gay pride tenutosi a Cipro che fino a pochi anni fa puniva l’omosessualità.


Riunire tremila e cinquecento persone può sembrare un buco nell’acqua, però se contestualizziamo il tutto (come si dovrebbe sempre fare) ci rendiamo conto che quei numeri non sono proprio una bazzecola. Parliamo di Cipro e del fatto che ha celebrato il suo primo gay pride a cui hanno preso parte, come dicevamo, tremila e cinquecento persone.

Si è trattata di una delle più grandi manifestazioni pubbliche di Cipro degli ultimi anni e, giova ricordarlo, fino a pochi anni fa a Cipro l’omosessualità era criminalizzata. Era il 1998 quando Cipro depenalizzò l’omosessualità, cinque anni dopo che il Tribunale Europeo aveva dato ragione a un attivista LGBT che era stato condannato in base alla legge allora in vigore.

La marcia dell’orgoglio gay si è svolta senza incidenti, anche se ci sono state proteste da parte di membri della chiesa ortodossa, che hanno distribuito volantini in cui affermavano che l’omosessualità è una malattia. Dal canto loro i manifestanti, prevedendo simili rigurgiti di omofobia su base religiose, hanno sfilato con cartelli su cui veniva declinata in seconda persona la celebre risposta di papa Francesco: “Chi sei tu per giudicare?”. Per gli ortodossi deve essere stato un doppio smacco…

Gay Pride Cipro 2014


Curiosi di andare in vacanza a Cipro? Su Travelblog tutte le info in merito.

L’idea, ora, è quella di tenere il Pride a Cipro ogni anno per rivendicare i diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

Ricordiamo, altresì, che da pochi giorni Cipro si è dotato di una legge che punisce il comportamento omofobico, punendo quanti si macchiano di questo reato con multe di cinquemila euro e, a seconda dei casi, con la prigione fino a tre anni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Ociogay

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail