Il sindaco di Pittsburgh unirà in matrimonio 20 coppie gay in occasione del Pride

Bill Peduto, sindaco di Pittsburgh, ha confermato che il prossimo 15 giugno celebrerà un matrimonio collettivo in cui sposerà venti coppie dello stesso sesso.

Lo scorso mese di maggio in Pennsylvania è stato annullato il divieto di matrimonio per le coppie dello stesso sesso. A dichiarare incostituzionale tale divieto è stato il giudice John Jones (nominato nel 2002 dall’allora presidente George W. Bush) che, dopo aver paragonato la lotta per l’uguaglianza dei gay alla lotta per l’uguaglianza dei neri, alla lotta per eliminare la segregazione razziale ed essersi augurato che un giorno non si parli più di matrimoni ugualitari ma di matrimoni e basta, ha detto:

Siamo un popolo migliore di quello che queste leggi rappresentano, ed è il momento di liberarcene.

Pittsburgh, capoluogo della contea di Allegheny nella Pennsylvania, sarà una delle prime città dello Stato a concretizzare la decisione del giudice John Jones. Grazie al sindaco Bill Peduto (in foto), infatti, la città, in occasione del Pride che si terrà nella regione, avrà un matrimonio tra persone dello stesso sesso molto affollato: il 15 giugno il sindaco presiederà una celebrazione nuziale collettiva in cui si uniranno in matrimonio ben venti coppie dello stesso sesso.

Bill Peduto, sindaco di Pittsburgh

Nel comunicato in cui rende nota l’iniziativa, il sindaco Peduto non nasconde la propria emozione:

La settimana scorsa ho detto che sarei stato lieto di unire in matrimonio una coppia LGBT, come primo matrimonio celebrato durante il mio mandato. E ora condividere questo momento con tante coppie mi fa essere ancora più contento.

Auguri fin da ora alle venti coppie che si uniranno in matrimonio nella speranza che in un futuro, magari non troppo lontano, anche da noi potremo assistere a celebrazioni collettive di matrimoni ugualitari o, meglio ancora, di matrimoni sic et simpliciter.

Via | Universo Gay
Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail