La gaffe del rosso del Grande Fratello

Chi scrive deve ammetterlo. Non è che chissà quanto segua il Grande Fratello, anzi, praticamente non lo seguo affatto. E noi di Queerblog non vi saremo sembrati particolarmente interessati all'argomento. Però, vuoi per la Gialappa's, vuoi a volte per una puntata di sottofondo, un'idea vaga dei personaggi e di come stanno andando le cose ce l'ho. E tutto questo accanimento contro Massimo "il roscio" non lo capivo.

Sarà che, a prescindere, uno che risulta diverso dal gruppo già ci piace. Poi comunque questo adulto, ingegnere, così educato e superiore rispetto alla media degli zoticoni che prendono per entrare nella casa, il più delle volte perché sono carini e il resto delle volte perché sono già addentro al mondo dello spettacolo, ci sembrava finalmente qualcosa di un po' più elevato. Uno che non ha mai ceduto alle provocazioni e che ha indubbiamente subito con estrema eleganza ingiurie, offese e sberleffi. Chiaro che qualcuno che viene additato come "strambo" e viene emarginato, in automatico merita la nostra solidarietà. E quando giovedì scorso è uscito dalla casa, dopo aver superato pare ben 6 nomination, ci è sembrato ancora più alieno e illuminato, vista la calma con cui ha fronteggiato le accuse e le offese di quella romana che lavora in aeroporto (di cui non ricordo e non voglio ricordare il nome) che pare avere come unica occupazione annientare "il roscio" nel modo più basso e volgare possibile, nella piena tradizione della tv strillona. Ed ero sempre più convinta che Massimo rappresentasse un'eccezione comunque interessante all'interno di un programma così, seppur riconoscendo che possa facilmente attirare antipatie per il suo modo di fare. Ma c'è un ma...

Appena uscito Massimo ha rilasciato un'intervista a Le Iene nella quale alla domanda se avesse mai avuto rapporti sessuali con uomini ha risposto:

"Assolutamente no, ho istinti sessuali sanissimi".

Ed eccola lì la frase sbagliata. Perché Massimo, che vuoi dire che noi abbiamo istinti sessuali insani? Ma come millanti tanto la tua educazione, la tua signorilità, la tua cultura e poi mi caschi su uno dei luoghi comuni più beceri della massa ignorante? E' chiaro che di fronte a questa dichiarazione, questa volta non ci sentiamo di difenderlo. Anzi, ora anche solo per principio, ci aspettiamo delle scuse.

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: