Francia: Franck Riester, deputato conservatore, fa coming out

Francia: Franck Riester, deputato conservatore, fa coming out

Franck Riester, deputato francese dell'Unione per un Movimento Popolare – il partito di Sarkozy – ha fatto coming out divenendo, così, uno dei pochi politici francesi di peso e, in pratica, l'unico deputato, ad essere gay dichiarato in Francia. Altri politici francesi gay dichiarati sono Bertrand Delanoë, sindaco di Parigi, Frédéric Mitterrand, ministro della Cultura e della Comunicazione, e Roger Karoutchi, già Segretario di stato alle Relazioni con il Parlamento.

Franck Riester, 37 anni, è un politico della nuova generazione, eletto deputato per la prima volta nel 2007. È anche segretario nazionale dell'Unione per un Movimento Popolare per la comunicazione e sindaco di Coulommiers, cittadina nei pressi di Parigi. Ha mantenuto sempre una posizione favorevole ai diritti lgbt, il che, in più occasioni, lo ha portato a scontrarsi con i settori più conservatori del suo partito. Lo scorso giugno è stato uno dei pochi deputati del suo partito a votare a favore della proposta di approvare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, presentata, senza successo, dal Partito Socialista francese.

È stato durante una discussione nel suo comune che Reister ha dichiarato la propria omosessualità, anche se, va detto, non ha mai nascosto di essere gay solo che ha sempre evitato di farvi riferimento. Qualche giorno fa un consigliere comunale – Pascal Thierry, socialista – ha scherzato pesantemente sull'orientamento sessuale del sindaco a proposito della copertura mista prevista per un nuovo campo sportivo. Pascal Thierry ha detto che “se la copertura è mista, allora sarà gay”.

Commento dalle sfumature omofobe che ha fatto sì che Riester affermasse:

La mia omosessualità non è un segreto. Condivido la vita con il mio compagno da diverso tempo: pertanto, mai ho nascosto la mia vita privata e continuerò a comportarmi nello stesso modo di prima.

Il consigliere comunale Pascal Thierry nega di aver fatto un commento omofobo, anzi ricorda come si era complimentato con Riester per aver sostenuto il matrimonio tra persone dello stesso sesso. I socialisti di Coulommiers, però, hanno chiesto scusa per l'accaduto (anche se c'è chi sostiene che Franck Riester abbia approfittato dell'occasione e l'abbia buttata in caciara...).

Il coming out di Riester – a pochi mesi dalle elezioni presidenziali e legislative del 2012 e in un momento in cui Sarkozy ha dato una maggiore virata a destra alla sua strategia politica – promette di ravvivare il dibattito già aperto in seno alla destra francese sui diritti lgbt: da un lato abbiamo il settore più liberale che, anche se timidamente, si è espresso a favore del matrimonio omosessuale, dall'altro c'è il settore più conservatore – al quale appartengono politici apertamente omofobi come Christian Vanneste e Lionnel Luca – che si è sempre opposto strenuamente a qualunque apertura, seppur minima, su questo tema.

Foto | 20minutes

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: