Belgio: scienziata consiglia la marca dei preservativi ad un vescovo

Sull’ingerenza vaticana, nell’agenda politica italiana, abbiamo già parlato altre volte (vorremo occuparci d’altro ma quelle prime donne non perdono occasione per giocare alla strega di Biancaneve).

Oltre ad averne scritto, ci siamo “gemellati” con Contro Radio e l’iniziativa lanciata dall’emittente per rivendicare la laicità dello Stato.

Tutto mondo, ahimé, è paese specie quando c’è da polemizzare. Un prelato belga, tale mons. Leonard, oltre a ripetere quella simpatica filastrocca “i gay sono anormali” ha supposto l’inefficacia del preservativo.

Pronta, a differenza dell’Italia (questo è il principale motivo per il quale mi sono occupato della vicenda), la risposta di una scienziata, tale Anne Morelli (foto), secondo la quale “Monsignor Leonard usa preservativi di cattiva qualità e dovrebbe cambiare marca”.

P.S. I sacerdoti (quindi anche i vescovi), gay e no, mica facevano voto di castità?!

Fonte: Ansa

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: