Sieropositivi insieme per parlare dell’invisibilità che subisco ogni giorno

Ci sono alcuni tabù che difficilmente si riescono ad affrontare. Sapere, o perlomeno ipotizzare, che non esistano persone diverse da noi ci fa comodo.

Se per il Papa e compagnia, poco, bella sono tutti quelli non eterosessuali, non sposati, non vergini (e quanto di più medioevale ci sia) per altri sono gli anziani e i malati, specie di AIDS.

In Italia, ultimamente della malattia se ne parla poco. Eppure esiste. Eppure i sieropositivi ci sono (da notare, sempre più eterosessuali).

Per questo motivo Raffaele Lelleri, responsabile Salute Arcigay, ha aperto on line un forum dove tutte le persone sieropositive possono confrontarsi liberamente.

Per maggiori informazioni, vi invito a visitare direttamente il forum, cliccando qui.

Parallelamente all’iniziativa di Arcigay, su repubblica.it nei giorni scorsi è comparsa un’interessantissima gallery con alcune delle pubblicità internazionali realizzare per la lotta contro l’AIDS. Di seguito ve ne riporto alcune. Per vedere tutte le immagini, cliccate qui.




Parlando di pubblicità e di AIDS, mi sono ricordato di un bel cartone animato realizzato da Pink Tv. Di seguito oltre alla versione omo, di cui aveva già trattato qualche mese fa Aelred, vi riporto anche la versione etero.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: