A Milano sfila la nuova stagione di Gucci

Durante la settimana della moda a Milano ieri è stata la volta di Gucci.
La maison fiorentina, in pieno fervore per gli ottimi risultati conseguiti quest'anno (incremento del pret a porter femminile del 23.8% nel primo trimestre e addirittura 35.7% nel secondo) ha dato vita ad uno show sgargiante e colorato firmato ancora una volta da Frida Giannini (nella foto), direttore artistico di Gucci proprio dal 2006.

Forte dei risultati raggiunti da quando è lei a firmare le collezioni (l'amministratore delegato di Gucci l'ha definita come la stilista che ha saputo trovare un equilibrio tra la tradizione della casa e l'innovazione, dopo l'impronta di Tom Ford), la Giannini ha dichiarato di volersi concentrare anche sull'uomo e la gioielleria, linee meno forti del fatturato globale che, invece, vede padroneggiare donna e accessori (pelletteria).

La nuova collezione presentata ieri vede protagonisti: tinte forti e vivaci, miniabiti rossi e viola, punto vita alto (ci auguriamo solo per vestiti e cinte ma non per i pantaloni), costumi interi all'americana, linee corte a trapezio. Tutto evidentemente e sapientemente ispirato ai favolosi Sixties.

Messo da parte quindi il tipico nero Gucci, è il momento degli accostamenti scintillanti. Fashion victims avvertite.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: