Senza la democrazia, le Drag Queen non possono esibirsi

Ma la democrazia dov’è? Dov’è andato quel beneamato valore grazie al quale gli individui cercano di vivere degnamente nella propria comunità? Dov’è? Se è stato pensionato qualcuno me lo faccia presente cosicché invece di indignarmi comincerò a sorridere quando leggo certe notizie.

Succede, ad esempio, che in un paese dell’ex Unione Sovietica (l’Ucraina) una drag queen (Verka Serdyuchka) decida di proporsi per un concorso grazie al quale verrà scelto il cittadino più talentuoso in grado di rappresentare il proprio paese ad una gara canora europea.

Succede che il soggetto, protagonista della vicenda, sia molto amato dal proprio pubblico che l’investe dell’oneroso compito.

In un paese democratico tale scelta, rispettando la volontà della maggior parte dei cittadini, non sarebbe messa in discussione.

Succede però che la drag queen non gareggi in un paese democratico, dove per intenderci una piccola minoranza (nazionalista) non rispettando le decisioni della maggioranza attua una vera e propria campagna contro l’eccentrico artista.

Fonte: repubblica.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: