Tdor 2011: commemorazioni in Italia da Torino a Lecce


Ogni anno decine di persone transessuali vengono maltrattate, pestate, arrestate, violentate e uccise da "uomini" che le odiano per quello che rappresentano: un corpo desiderato e voluto e coincidente con il sesso psicologico, ma in contrasto con il sesso biologico con cui sono nate.

Molti delitti avvengono nelle strade, nei luoghi di prostituzione, dove molte trans sono costrette a "lavorare" perché la società non accetta facilmente una trans o un trans; e in tempi di crisi economica e carenza di posti di lavoro, poi, i più deboli sono i primi a essere esclusi dal mercato.

Ogni anno da qualche tempo il 20 novembre si celebra il Transgender day of remembrance, un'iniziativa nata per ricordare queste vittime della transfobia e contrastare le violenze e le persecuzioni. Anche in Italia sono stati organizzati momenti di commemorazione, in particolare a Genova, a Roma, Milano, Bologna, Torino, Lecce.

Sotto la Lanterna appuntamento alle 17:30 in piazza De Ferrari e stasera alle 21 al Teatro degli Zingari di San Benedetto al Porto. Nella capitale alle 17 in piazza di Montecitorio, dopo che il sindaco Alemanno ha vietato la manifestazione in piazza del Campidoglio.

A Bologna in piazza Ravegnana dalle 18,30 alle 21,30 nella cerimonia organizzata dal Mit i partecipanti, in fila, leggerano a turno i nomi, qualche dettaglio di vita e le modalità dell’assassinio delle vittime transessuali dei crimini d’odio. A Milano, alle 18, appuntamento al Teatro Ringhiera in via Boifava 17. Torino e Lecce hanno anticipato le iniziative ieri.

  • shares
  • Mail