San Patrizio 2014, il sindaco di New York non partecipa per solidarietà Lgbt

Il divieto di mostrare striscioni per i diritti gay ha fatto scegliere a De Blasio di non presenziare alla parata

E' la prima volta che accade: il sindaco di New York ha disertato la parata per il Saint Patrick’s Day, la festa di San Patrizio. Il motivo? Il divieto di mostrare striscioni, cartelloni o scritte a difesa dei diritti lgbt.

Lo hanno deciso senza alcun dubbio gli organizzatori dell'evento. Una scelta che ha danneggiato anche a livello di sponsor. Proprio oggi vi abbiamo raccontato della decisione della Guinness di boicottare la sfilata:

La Guinness ha una lunga storia di sostegno alla diversità e di lotta per l’uguaglianza per tutti. Nutrivamo la speranza che la politica di esclusione non ci fosse nella parata di quest’anno ma, visto che non è successo, ritiriamo la nostra partecipazione. Continueremo a lavorare con i leader della comunità per far sì che in futuro tali parate siano un momento di festa per tutti.

DEBLASIO

Gli omosessuali sono stati invitati a partecipare ma non posso mostrare simboli o manifestare in alcun modo. Una censura preventiva che non è stata tollerata e compresa.

Come risposta, alcune organizzazioni gay hanno dato vita ad una improvvisata sfilata Lgbt in alcune vie poco distanti in segno di protesta, proprio nello stesso orario.

Via | Corriere


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail