Per il cardinal Dolan, papa Francesco studia le unioni gay per capirle meglio

Papa Francesco non vuole condannare, ma solo capire: è questo quanto sostiene il cardinale di New York.

Il cardinal Timothy Dolan, arcivescovo di New York, ha affermato che papa Francesco sta studiando le unioni civili gay per capire meglio come mai alcuni stati nel mondo le abbiano approvate. Stando al pensiero del porporato, papa Francesco si muoverebbe in questo senso non perché è a favore ma solo spinto da un desiderio di volerle conoscere meglio, invece che “condannarle velocemente”.

Nell'intervista esclusiva a Meet the Press di Nbc, il cardinal Dolan ha dichiarato:

Il papa non è arrivato a dire di essere a favore delle unioni gay.

Poi, riferendosi all'intervista rilasciata al Corriere in cui papa Francesco sosteneva che in alcuni casi le unioni civili tra persone dello stesso sesso possono anche esistere, Dolan sostiene che i leader della chiesa cattolica devono

guardare queste unioni e vedere le ragioni che le hanno fatte diventare realtà... piuttosto che condannarle rapidamente... proviamo semplicemente a farci delle domande sul perché alcune persone abbiano fatto ricorso" a questo istituto.

Il cardinal Timothy Dolan

Timothy Dolan ha ribadito che il matrimonio è solo tra uomo e donna, dal momento che

Si tratta del mattone di base che costruisce la nostra società e la nostra cultura. Quindi appartiene alla nostra cultura. Se annacquiamo il senso sacro del matrimonio in qualche modo, la mia preoccupazione è che a soffrirne non sia solo la Chiesa, ma anche la nostra società e la nostra cultura.

Sempre secondo le riflessioni del cardinale di New York, è necessario comprendere le ragioni di chi la pensa diversamente e in questo campo papa Francesco sarebbe il primo a voler approfondire la questione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: