L'Arizona annulla la legge omofoba che permetteva discriminazioni per ideologia religiosa

Passo indietro rispetto a quando deciso precedentemente: annullata la legge

La decisione dell'Arizona aveva sorpreso e sconvolto. Era stata sostenuta una legge che avrebbe permesso una discriminazione in base al proprio credo religioso per quanto riguardava il mondo Lgbt. Il tutto era nato dopo la decisione di un fotografo di rifiutarsi di scattare una foto ad una coppia gay. La proposta di legge era stata approvata scatenando però la dura reazione di diverse società importante tra cui proprio la Apple. E non solo. Proprio nello Stato si terrà il prossimo Superbowl e il commento era stato duro e minaccioso:

"Le nostre politiche enfatizzano la tolleranza e l’inclusione, e vietano la discriminazione in base all’età , sesso, razza , religione, orientamento sessual o qualsiasi altra norma impropria . Stiamo seguendo la questione in Arizona e continueremo a farlo dovrebbe essere il disegno di legge firmato in legge ma rifiuteremo di fare ulteriori commenti in questo momento"

condannato-per-frasi-omofobe

Proprio per questo motivo, ecco arrivare la notizia che in tanti speravano di sentire: annullata la scelta di dare vita ad una legge discriminatoria solo in base ai proprio pensieri di credo e fede. La Camera di commercio ha spiegato, in una nota ufficiale:

Dopo aver esaminato la legge, siamo molto preoccupati per l’effetto che potrà avere sull’economia dell’Arizona. Non possiamo essere d’accordo con misure che potrebbero esporre le nostre imprese a contenziosi giuridici, e nemmeno vogliamo mandare il messaggio che il nostro Stato non è aperto né attraente per i turisti.

Possiamo gioire per la decisione di annullare la legge ma allo stesso tempo c'è ben poco da esultare perché è chiaro come tutto sia stato scelto esclusivamente per una questione di affari e turismo. Ma il risultato conta. No?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: