Lucignolo 2.0, Vladimir Luxuria arrestata “per finta”

Non bastava la brutta esperienza a Sochi...

Vladimir Luxuria ha raccontato a Verissimo la sua esperienza a Sochi, quando è stata fermata per ben due volte dalle forze dell'ordine. Nel primo caso solo per aver mostrato un cartello con la scritto "Essere gay è ok", nell'altro per essersi vestita con colori Queer e aver cercato di dichiarare il medesimo messaggio. E l'ultima volta ha ammesso di essersi molto preoccupata per le maniere brusche degli agenti di polizia.

Lucignolo 2.0 ha voluto fare uno scherzo (di cattivo gusto, posso dirlo?) all'ex parlamentare, fingendo di arrestarla a Milano. L'ex inviata dell'Isola dei Famosi è stata fermata da un ragazzo (complice del programma) che le ha chiesto di vedere delle magliette che stava vendendo con un messaggio pro gay. Lei lo ha accompagnato e ha firmato una t shirt, rimanendo poi sorpresa dalla mancanza dello scontrino a una ragazza a cui il giovane aveva venduto la maglietta. Ed ecco arrivare la "finta" polizia che, dopo un'iniziale omofobia, ha chiesto spiegazioni ai presenti soprattutto per la mancanza della cassa.

A quel punto, il ragazzo ha dato tutta la responsabilità a Vladimir che si è vista arrestata. Fino al chiarimento: è tutto uno scherzo. Se non avete visto la puntata di ieri, potete cliccare qui.

luxuria

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: