Gli amori gay di Virgilio

Virgilio

Ci piace ricordare compleanni ed anniversari, date ed eventi che hanno segnato una svolta. Creato un istante di bellezza o anche solo un piccolo frammento di perfezione in un mondo straordinariamente disordinato che non conosce briglie. Pochi giorni fa, Il 15 di ottobre, cadeva l’anniversario di un grande della letteratura latina: Virgilio. Non potevamo certo dimenticarci di lui. Di quelle sue opere in cui l’amore che un tempo non osava dire il suo nome, parla invece a voce alta. In toni così belli e appassionati da abbattere tabù e dissensi. Dal celebre amore di Nisus e Euryalus a quello del ricco pastore Corydon per il bellissimo garzone Alexis. Non per nulla, proprio il nome di Corydon è assurto nel corso dei secoli a simbolo stesso dell’amore omosessuale, amato ed usato sia da Richard Barnfield nei suoi sonetti elisabettiani che dal francese Andrè Gide in un celebre testo scritto in difesa dell’omosessualità.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: