Hiv: un nuovo vaccino terapeutico sarà testato in Francia

Non un vaccino preventivo, ma uno terapeutico, che possa essere somministrato alle persone sieropositive per bloccare il virus Hiv e sostenere il sistema immunitario umano. A quel punto non servirebbero più le terapie anti-retrovirali e l'organismo sarebbe in grado di tenere a bada il virus senza gli effetti collatorali dei farmaci assunti a lungo termine.

Dalla Francia arriva una nuova sperimentazione che entra nella fase I, II e IIa, cioè si passa dai test sugli animali all'utilizzo direttamente sull'uomo.

Il vaccino VAC-3S, realizzato dall'azienda bio-farmaceutica francese InnaVirVax, è stato autorizzato dall'Agenzia francese sulla sicurezza sanitaria dei prodotti per la salute (Afssaps) allo studio clinico che sarà condotto all'ospedale della Pitié Salpêtrière e al Cochin, su 24 pazienti sieropositivi sotto terapia anti-retrovirale e con carica virale non rilevabile.

L'obiettivo numero uno di questo studio sarà verificare che il vaccino non abbia effetti tossici sull'uomo, successivamente si passerà a valutarne l'efficacia. Se funzionasse davvero potrebbe sostituire, in un certo numero di pazienti, le medicine anti-retrovirali che le persone con Hiv devono assumere ogni giorno per impedire al virus di provocare l'Aids.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: