“WeFetish” fotografie fetish internazionali in mostra nella Capitale

In occasione del Fetish Pride Italy, in programma a Roma dal 23 Febbraio al 2 Marzo, saranno esposte al Contemporary Art Space Mondrian Suite di San Lorenzo le migliori immagini del Concorso internazionale di fotografia fetish “WeFetish”.

Domenica 23 febbraio si inaugurerà a Roma la prima mostra internazionale di fotografia fetish internazionale prevista al Contemporary Art Space Mondrian Suite di via dei Piceni 41/43 al quartiere San Lorenzo per domenica 23 febbraio alle ore 18.

La mostra è il frutto del concorso internazionale di fotografia fetish “WeFetish” indetto dal Leather Club Roma nell’ambito delle manifestazioni previste per il Fetish Pride Italy, l’evento organizzato per la prima volta nella Capitale che vedrà giungere da tutta Italia ed Europa gli appassionati del fetish e del BDSM, per una settimana all’insegna di feste, workshop, mostre, proiezioni e occasioni d’incontro in programma dal 26 Febbraio al 2 Marzo.

Fabio Cioni, presidente del Leather Club Roma, ha dichiarato:

Per il concorso, la mostra WeFetish e il Roma Fetish Film Festival, in programma sempre durante il Fetish Pride Italy, abbiamo voluto adottare il linguaggio fotografico per presentare le tematiche fetish con immediatezza e senza i vincoli del pregiudizio, garantendo al tempo stesso un’ampia diffusione del materiale tramite il web e la sua fruizione in diversi contesti culturali.

Saranno esposte ad un pubblico di cultori di forme d’arte alternative, venticinque opere di notevole qualità realizzate dai più famosi fotografi fetish internazionali, che hanno rappresentato il mondo fetish e bdsm senza ricorrere ai facili espedienti e ai cliché di un certo erotismo di moda; le opere invece si focalizzano su elementi fondamentali del feticismo come l’attenzione all’aspetto visuale e tattile, i temi dell’attesa, della sottomissione, del vestiario e del gioco di ruolo. Chiosa ancora il presidente del Leather Club Roma:

Grazie anche alla mediazione artistica speriamo di contribuire ad una riflessione sui vari aspetti della sessualità, affinché non siano più visti secondo stereotipi bigotti e conservatori bensì nella loro forma più creativa, stimolando così un’analisi ampia e senza preconcetti.

Durante la mostra sarà anche possibile acquistare alcune delle opere esposte il cui ricavato sarà in parte devoluto in beneficienza. Sono inoltre previste successive edizioni dell’evento in altre capitali europee.

Via | Comunicato Stampa
Foto | LCRoma

  • shares
  • Mail