Come sarebbe il video di Facebook per i diritti gay in Russia?

Proviamo a immaginare come sarebbe il celebre filmato per i dieci anni che Facebook mette a disposizione degli utenti se dovesse riassumere la situazione dei diritti LGBT in Russia.

Avete presente il filmato per i dieci anni di Facebook con la vostra “vita virtuale” che potete realizzare tramite l’app di Facebook stesso? Probabilmente le vostre bacheche saranno intasate in questi giorni con il “riassunto” della vita delle vostre amiche e dei vostri amici. Proviamo a immaginare, ora, se quel filmino raccontasse un po’ la situazione dei diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in Russia: cosa vedremmo, quali i tratti salienti della storia dei diritti umani in Russia?

La realtà, come sapete, è tragica e non il futuro non è certo migliore. È proprio questo quello che si domanda il video: delle violenze nei confronti delle persone LGBT ne parlano tutti (anche se nessuno fa niente) e, soprattutto in occasione dei Giochi olimpici invernali di Sochi, l’attenzione dei media è rivolta anche a questo aspetto in Russia.

Come sarebbe il video di Facebook per i diritti gay in Russia?

Ma una volta che le Olimpiadi invernali saranno concluse che succederà? Chi terrà l’attenzione desta su diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in Russia? Forse pochi (noi di Queerblog senza dubbio, come abbiamo già fatto in precedenza, iniziando a parlare di quanto accadeva molti mesi prima che la “grande stampa” se ne rendesse conto). Intanto in Russia le violenze continueranno lesbiche, gay, bisessuali e transessuali continueranno quotidianamente a rischiare la vita. E la situazione andrà avanti forse nell’indifferenza più totale fino al 2018, quando sempre in Russia si terranno i mondiali di calcio.

Via | River

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: