Vivere in un ambiente omofobo riduce l’aspettativa di vita

Uno studio che invita alla riflessione, soprattutto da parte dei politici.

Vivere in un ambiente omofobo accorcia la vita: l’aspettativa di vita delle persone LGBT nei paesi che vigono leggi omofobe è, in media, più corta di dodici anni rispetto a coloro che vivono in paesi le cui leggi considerano uguali tutti i cittadini. Queste sono le conclusioni a cui è giunto un recente studio della Columbia University's Mailman School of Public Health.

La ricerca evidenzia come le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali che vivono in paesi intolleranti siano più propensi al suicidio e debbano combattere quotidianamente con lo stress provocato dalla violenza e dalla discriminazione. Mark Hatzenbuehler, uno degli autori dello studio, spiega:

I nostri risultati indicano che le minoranze sessuali che vivono in comunità con maggiori livelli di pregiudizi muoiono prima delle minoranze sessuali che vivono in comunità con meno pregiudizi.

Gli autori dello studio ritengono che ci sia una relazione diretta tra le morti violente e le comunità ostili alla parità dei diritti, evidenziando come i gay siano tre volte più passibili di violenza nei paesi omofobi.

Vivere in un ambiente omofobo riduce l’aspettativa di vita

Anche il suicidio è un fattore importante: ci sono più suicidi di giovani gay in luoghi in cui la tolleranza verso l’omosessualità è minore. Le persone LGBT che si uccidono in queste zone hanno un’età media di 37,5 anni, mentre l’età media dei suicidi è di 55,7 anni per quei gay che vivono in ambienti meno ostili.

Inoltre, il 25% delle morti di persone LGBT nelle zone in cui vige l’omofobia è dovuta a malattie cardiovascolari, mentre la percentuale scende al 18,6% nei paesi in cui gli omosessuali non sono vittime di omofobia. Commenta Hatzenbuehler:

Lo stress psicosociale è strettamente legato al rischio cardiovascolare e questo tipo di stress può rappresentare una via indiretta con cui i pregiudizi contribuiscono alla mortalità. La discriminazione, i pregiudizi e l’emarginazione sociale convergono così tutti insieme su alcuni individui e inducono lo stress.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: