Il Pp fa paura: ondata di matrimoni gay in Spagna


Corsa al matrimonio gay in Spagna. Le coppie dello stesso sesso che hanno deciso di sposarsi stanno cercando in tutti i modi di ottenere una data delle nozze prima del 20 novembre 2011, quando si terranno le elezioni generali. Secondo gli ultimi sondaggi infatti il Pp di Mariano Rajoy vincerà con certezza e potrebbe ottenere addirittura la maggioranza assoluta dei seggi. La otterrebbe di certo se in Catalogna non ci fosse un rifiuto assoluto verso la destra spagnola.

In ogni caso il problema - come sottolinea un reportage di Le Monde - riguarda le coppie dello stesso sesso che potrebbero veder cancellato il matrimonio gay introdotto nel 2005 dal primo governo socialista di Zapatero.

Su questo punto il Pp è stato molto ambiguo e lo stesso leader Rajoy non ha preso una posizione netta e definita. In alcune occasioni ha detto che avrebbe cancellato la legge, in altre che avrebbe cambiato nome al contratto (non matrimonio, ma unione civile) o invece che avrebbe rispetto la volontà degli elettori, che al 70% difendono la norma così com'è.

Al tempo dell'approvazione - vale la pena di ricordarlo - il Pp votò contro il matrimonio gay in Parlamento, con l'unica eccezione dell'ex ministra Celia Villalobos; anzi presentò un ricorso al Tribunale Costituzionale che da allora ancora non si è espresso sul merito della legge. Se Rajoy come sembra ormai inevitabile vincerà di larga misura potrebbe anche cancellare questo diritto, ovviamente non per chi sarà già sposato. Per questo tutti corrono a dire sì.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: