Se ti senti donna… prova lo sciroppo gay-off

Come ha ampiamente scritto Francesco in un post pubblicato ieri, malgrado l’omosessualità non sia più considerata malattia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (dal 1990) ancora si cerca di porre rimedio alle preferenze sessuali di alcuni di noi. I media, quelli più visibili e popolari di noi, cercano di mettere alla gogna qualsiasi tipo di Wanna Marchi ma questo tipo di ciarlatani e imbroglioni no. Omofobia latente o tabù culturale?! Per fortuna (o sfortunatamente a seconda dei casi) ci sono i comici a commentare quello che in molti non vogliono fare. Se un giorno vi proponessero lo sciroppo gay-off cosa fareste? Comincereste a non regalare più rose ai vigili come ha suggerito domenica scorsa Luciana Littizzetto a “che tempo che fa”?!

Luciana, nel suo divertentissimo editoriale, si è occupata a lungo dell’idea malata che molti hanno dell’omosessualità. Di seguito vi ripropongo il testo, per vedere il video » » »

Continua la polemica sui DI.CO., non ne possiamo più. Siamo sfrantecati nell’intimo, abbiamo le palle polverizzate. Si sono inceppati i vescovi, come i mangiadischi quando li porti in spiaggia e ci entra la sabbia: “no ai di.co., no ai di.co., no ai di.co., no ai di.co., no ai di.co.”. “no famiglia tradizionale, no famiglia tradizionale, no famiglia tradizionale.” Allora, quale famiglia tradizionale che in Italia si fa un divorzio ogni quattro minuti. Ogni quattro minuti c’è un divorzio e poi è pieno di famiglie anomale, guarda quella di Totti e Gattuso e i 10000 bambini. Non è una famiglia meravigliosa?! Lui racconta le fiabe col megafono (Gattuso), Totti stira le magliette.

Eminenza, poi scusi, la finite di dire che l’omosessualità è una malattia?! Ma basta! Lo dicevano cent’anni fa! Perché non dite anche che è contagiosa?! Che se uno sta vicino ad un finocchio che starnutisce diventa finocchio anche lui?! Ma se fosse una malattia, vuoi che le case farmaceutiche, con tutti gli interessi che hanno a quest’ora non avrebbero già trovato una medicina?! Hanno provato a fare i paracalli in lattice, gli assorbenti con le ali, le purghe per cani, in Svizzera son cinquat’anni che fanno le lozioni per far crescere i capelli !!!

Se è una malattia qualcuno avrebbe inventato una pomata contro l’omosessualità. Una pomata gay-off, uno sciroppo.
Io già mi vedo la pubblicità: “La mattina ti svegli e ti senti donna?! Hai una voglia irrefrenabile di regalare una rosa ad un vigile?! Prova con lo sciroppo gay-off !!! leggere attentamente le avvertenze se il sintomo persiste, consultare un medico”…

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: