Il presidente dell’Uganda firmerà la legge antigay

Dopo che una commissione di esperti ha studiato la questione, il presidente dell’Uganda ha fatto sapere che promulgherà la legge che inasprisce le pene contro i gay.

Yoweri Museveni, presidente dell’Uganda, cambia idea e firma la legge sull’omosessualità: così ha dichiarato il suo portavoce. La legge che inasprisce le pene per le persone omosessuali, quindi, verrà promulgata dal presidente. In base a questa legge chi ha rapporti con persone del proprio sesso rischia il carcere a vita; gli ugandesi, inoltre, saranno obbligati a riferire alle autorità qualunque “attività omosessuale” dovessero notare. Infine, la legge non vieta di parlare dell’omosessualità: vieta di parlarne bene! Infatti, l’omosessualità in Uganda potrà essere solo criticata.

Ma come mai Yoweri Museveni ha cambiato idea? Come si ricorderà a gennaio il presidente dell’Uganda aveva detto che non avrebbe firmato la legge perché, secondo lui, le persone omosessuali sono malate e i malati vanno curati, non puniti. Dopo queste dichiarazioni ha affidato a una commissione di esperti di studiare la questione e, in particolare, di esprimere la propria opinione in merito al fatto se l’omosessualità sia innata o si possa diventare omosessuali nel corso della vita.

Ieri la commissione – composta da una decina di medici del ministero della sanità ugandese – ha consegnato il proprio rapporto al presidente e in esso si afferma che l’omosessualità “non è una malattia, ma soltanto un comportamento anormale che può essere appreso tramite l’esperienza»”. Stando a Richard Tushemereirwe, consulente scientifico del presidente, “l’omosessualità ha serie conseguenze per la salute della popolazione e quindi non deve essere tollerata”. A questo punto Yoweri Museveni ha fatto sapere che promulgherà la legge.

Il presidente dell’Uganda firmerà la legge antigay

Ricordiamo che l’omosessualità in Uganda è già illegale per via di una legge coloniale: la nuova legge inasprirà le pene e renderà, di fatto, impossibile la vita delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in quella terra.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: