Non manda il figlio alla festa di compleanno di una bimba che ha due papà

Succede negli USA: i papà di una bimba organizzano una festa di compleanno, ma la mamma di un compagno di scuola rifiuta in malo modo.

Che le feste di compleanno non piacciano a tutti è un dato di fatto; che possa capitare che qualche bambino o bambina non partecipi a una delle feste dei compagnucci di classe è possibile (del resto, quando è troppo è troppo!). Ma quando si utilizza una festa di compleanno per insegnare l’omofobia ai propri figli, allora non va più bene!

È successo negli Stati Uniti d’America dove una coppia di papà ha organizzato la festa per la loro figlia di sette anni: hanno preparato tutto come si fa solitamente in questi casi con tanto di inviti a tutti bambini e le bambine della classe. Una madre, però, non ha gradito, però, l’invito, e non perché era l’ennesima festa a cui partecipare, ma perché proveniva da una famiglia composta da due papà! Quindi la signora ha utilizzato il retro dell’invito per scrivere:

Tommy non parteciperà. Io non credo in quello che fate e non esporrò il mio figlio innocente al vostro “stile di vita”. Mi dispiace che Sophia debba crescere così. Se avete dei problemi o volete parlarmi: (numero di telefono).

Non manda il figlio alla festa di compleanno di una bimba che ha due padri

I genitori di Sophia in un primo momento hanno postato l’invito e la risposta della signora su Facebook, poi hanno deciso di raccontare tutto a una radio che ha reso così di pubblico dominio l’atteggiamento della signora. Nel commentare l’episodio in radio, i due padri hanno chiesto agli ascoltatori:

Pensate abbia fatto bene a scrivere questo? Non sarebbe bastata una telefonata con un semplice “no”?

Da parte nostra i migliori auguri di buon compleanno alla piccola Sophia con l’invito a non prendersela con il suo compagnuccio: la colpa è della mamma e, mai come in questo caso, è lampante come i genitori non abbiano sempre ragione!

Via + foto | HP

  • shares
  • Mail