Omofobia a Roma, coppia di amici aggredita e insultata: "Tanto morirete di AIDS!"

Caso di cronaca e omofobia nella Capitale

Questo nuovo caso di cronaca è avvenuto circa un mese fa, a Roma. Protagonista una coppia gay di amici, aggrediti e insultati. Luca, sposato in Spagna col suo compagno, e un amico stavano camminando tranquillamente quando

"sono stati rincorsi da un gruppo di una decina di ragazzi tra i 20 e i 25 anni, che hanno iniziato a insultarli gridando frasi come 'ecco un frocio, ecco un altro, andate via dall'Italia, tanto morirete di Aids'"

E' accaduto in centro alla Capitale, in via Celio Vibenna, vicino al Colosseo e alla 'gay street'. Gay Center rivela anche i dettagli di ciò che è avvenuto:

"Uno degli aggressori ha minacciato i due con una bottiglia mentre il gruppo gridava 'Viva il Ducè. Luca ha sporto denuncia alla polizia e ha contattato la Gay Help Line, il numero verde contro l'omofobia 800 713713, per denunciare l'aggressione"

L'associazione Lgbt condanna l'ennesimo gesto di discriminazione e violenza omofoba in Italia, segno di come sia necessario sempre più un intervento concreto (e più volte ignorato o rimandato) da parte delle istituzioni:

Ancora una volta siamo di fronte a un episodio di omofobia e di violenza a Roma. Ci sono bande di bulli, gruppi che usano la violenza, ma anche molti che rimangano inerti a osservare senza reagire, come se condividessero tali azioni aspettiamo l'esito delle indagini augurandoci che questi aggressori vengano identificati, ma il dato delle denunce di aggressioni verbali o fisiche è purtroppo alto. Il caso è stato segnalato all'Oscad, l'osservatorio di polizia e carabinieri contro le discriminazioni e all'Unar, l'ufficio contro le discriminazioni della Presidenza del Consiglio

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail