Marilyn Monroe: bella addormentata senza risveglio

Il 5 agosto 1962 Marylin non si suicidò, ma fu lasciata morire. Questa nuova teoria sulla morte della bionda più famosa del Novecento emerge da un documento finora contenuto negli archivi segreti dell’Fbi e reso noto dal quotidiano Independent, in seguito alla legge sulla libertà di informazione.

L’attrice si sarebbe messa d’accordo con i suoi amici, che avrebbero dovuto salvarla in tempo dall’overdose di farmaci, nel suo estremo tentativo di attirare l’attenzione dell’amato Bob Kenney e di costringerlo a lasciare la moglie. Un tentato suicidio andato male, dunque. E forse un complotto. Gli amici infatti non arrivarono e la lasciarono morire.

Sarebbe in possesso dell’Fbi la registrazione di una telefonata in cui in cui Kennedy chiede: “Allora, Marilyn è già morta o no?”. Leggete qui i dettagli.

  • shares
  • Mail