Trans alla gogna mediatica

Mi spiegate perchè, in questo ennesimo scandalo di un'Italietta che non ha niente di meglio da fare che trastullarsi in fantasie voyeuristiche e troppo facili fiamme di popolarità (mi riferisco ai pessimi Fabrizio Corona, Lele Mora & co.), chi ci deve andare di mezzo sono le transessuali?

Il quotidiano Il Tempo di ieri titolava in prima pagina, con un'ironia da autogrill, "IL SOLITO TRANS TRANS". Striscia la Notizia ha mandato in onda ieri sera un servizio disgustoso con un viscido paparazzo che parlava di Patrizia. E vi invito a leggere, tra le tante schifezze pubblicate in questi giorni, l'articolo del Corriere della Sera che riporta la conversazione tra il pm di Potenza Woodcock e un vuoto Francesco Coco che parla di transessualità come se fosse una peste esotica (del calciatore abbiamo già parlato anche qui).

La parola "trans" è in questi giorni sulla bocca di tutti, pronunciata con accenti di schifo e massima riprovazione, somma onta per personaggi come Sircana o Maroni. Ma lasciatele stare le transessuali, evitate di tirarle in ballo. Noi di queerblog davvero non ci stiamo. Nonostante l'abbiamo già detto in centinaia di post, non siamo ancora stanchi di gridare la nostra nel mezzo della gazzara ipocrita degli impiastricciafogli perbenisti italiani:

NO ALL'OMOFOBIA, NO ALLA TRANSFOBIA!

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: