Standing ovation per Fiorella Mannoia: "I gay non esistono, esistono gli esseri umani"

Una gran bella dichiarazione di Fiorella Mannoia su adozioni e coppie gay

foto fiorella mannoia Come ben sapete, Fiorella Mannoia e Giuseppe Povia se ne sono cantate a distanza sulle adozioni gay: il secondo ha ovviamente dato ancora una volta dimostrazione della sua chiusura mentale, mentre la prima, pubblicando la lettera di cui tutti voi siete a conoscenza, ha dimostrato non spirito di accettazione ma grande sensibilità e apertura verso qualsiasi diversità.

Le adozioni gay non sono un argomento facilmente affrontabile in qualsiasi parte del mondo, né in Italia, dove Alfano pensa che difendere la sacralità del matrimonio etero sia un vanto - ma inizierà a cambiare idea quando vedrà che NdC farà la fine di Fini - e Papa Francesco, pur essendo un volto giovane e adorabile, continua a dare un colpo al cerchio e uno alla botte, senza spendere parole davvero significative nei confronti degli omosessuali, e cioè non suscettibili di rettifica il giorno dopo, come già è successo. Non vogliamo star qui, insomma, a parlare di adozioni gay e a proclamare verità assolute; vogliamo semplicemente farvi notare quanto sarebbe bello, se tutti i cantanti - anzi, tutta la società italiana - si esponessero così, non solo in termini contenutistici ma anche formalmente:

"Allora - questo, il messaggio di Fiorella Mannoia su Facebook - ammettiamo che un bambino crescesse in una casa con due mamme o due papà, ammettiamo che quelle due persone siano due bravi genitori, e che il bambino non avendo parametri esterni stia crescendo felice e sereno. Dove nasce il problema? Nascerà quando sarà fuori dalla protezione della casa, quando si rapporterà con gli altri. Ma se fuori da quella casa la gente si comportasse in maniera normale, se i compagni di scuola, figli di coppie tradizionali in casa loro sentissero parole di rispetto e non di scherno verso le diversitá, se certa politica smettesse questo gioco pericoloso di mettere i cittadini gli uni contro gli altri e si mettessero in mente che governare é una cosa seria e non un'arena dove vomitare le proprie frustazioni e i propri intrallazzi. Queste 'diversità' smetterebbero di essere tali: è la mentalitá della gente che deve cambiare. In molti paesi d'Europa nessuno si stupisce più se una coppia gay cresce un figlio, anche i Brasile, che fino a ieri era considerato terzo mondo oggi hanno una legge che stabilisce che una coppia gay possa adottare, e qualcuna mi è capitata di incontrarla, vi assicuro che quei bambini sono come tutti gli altri. Ho letto dei commenti terribili dai quali trasudava astio, pregiudizio, odio, ma soprattutto una grande ignoranza. Eppure non sarebbe poi così difficile vivere in pace, è sicuramente meno faticoso. Essere gay è un'invenzione della società che deve etichettare e incasellare tutto, per controllare meglio. I gay non esistono, esistono gli esseri umani. Sant'Agostino diceva: Ama e fai quel che vuoi. Ma per molti rimarranno... parole al vento".

Clap clap clap!
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: